1. Chi erano i figli di Dio di Genesi 6:2, di cui si dice che si presero per mogli delle figliuole di uomini?

 

Sono degli angeli infatti così sono chiamati gli angeli di Dio nel libro di Giobbe: "Su che furon poggiate le sue fondamenta [della terra], o chi ne pose la pietra angolare quando le stelle del mattino cantavan tutte assieme e tutti i figli di Dio davan in gridi di giubilo?" (Giob. 38:6-7). Chi potevano essere infatti quegli esseri che giubilarono quando Dio pose le fondamenta della terra se non gli angeli?' Certamente non potevano essere degli esseri umani che ancora non erano stati creati, dato che l'uomo fu creato il sesto giorno della creazione.

Che quei figliuoli di Dio di Genesi 6:2 erano angeli è confermato per altro sia da Pietro che da Giuda; il primo dice che "Dio non risparmiò gli angeli che aveano peccato, ma li inabissò, confinandoli in antri tenebrosi per esservi custoditi pel giudizio" (2 Piet. 2:4); e il secondo dice: "Egli ha serbato in catene eterne, nelle tenebre, per il giudicio del gran giorno, gli angeli che non serbarono la loro dignità primiera, ma lasciarono la loro propria dimora. Nello stesso modo Sodoma e Gomorra e le città circonvicine, essendosi abbandonate alla fornicazione nella stessa maniera di costoro" (Giuda 6-7). In riferimento alle parole di Giuda notate come egli dica che gli abitanti di Sodoma, Gomorra e delle città vicine si abbandonarono alla fornicazione come fecero gli angeli di cui si parla poco prima.

Alcuni dicono che quei figliuoli di Dio fossero degli uomini (secondo questa opinione infatti si trattava di uomini che invocavano Dio) e non degli angeli; ma questa interpretazione non regge anche perchè se non fossero degli angeli quegli esseri di Genesi 6:2, ma bensì degli uomini, non avrebbe avuto senso dire che i figliuoli di Dio videro che le figliuole degli uomini erano belle e se le presero per mogli perchè sarebbe come dire che dei figliuoli degli uomini videro che le figliuole degli uomini erano belle e se le sposarono! Che sarebbe successo di strano e di particolare? Niente. Invece proprio perchè la natura di coloro che si presero per mogli le figliuole degli uomini era diversa dagli uomini, erano infatti degli angeli, allora lo scrittore sospinto dallo Spirito Santo ha chiamato quegli esseri 'figliuoli di Dio'. Lo scrittore ha voluto così evidenziare la diversa natura tra i figli di Dio e le figlie degli uomini; i primi erano angeli e le seconde delle normali creature femminili nate dall'accoppiamento tra uomo e donna. Il che è confermato anche dal verso 1 del capitolo 6 di Genesi che indica il tempo in cui avvenne questo fatto in questi termini: "Or quando gli uomini cominciarono a moltiplicare sulla faccia della terra e furon loro nate delle figliuole, avvenne ....". E' evidente infatti che gli angeli non avrebbero potuto vedere la bellezza delle figlie degli uomini se non dopo che esse fossero nate e cresciute.

 

Indice