4. In che cosa consisteva il battesimo per i morti praticato da alcuni credenti a Corinto secondo che è scritto: "Altrimenti, che faranno quelli che son battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perché dunque son essi battezzati per loro?" (1 Cor. 15:29)?

 

Consisteva in un battesimo in acqua compiuto da dei credenti a pro di credenti che erano morti senza di esso, un battesimo vicario dunque. Un battesimo comunque che noi non siamo chiamati a compiere; è vero che Paolo lo cita parlando ai santi di Corinto ma le sue parole non avallano affatto una simile usanza. Le sue parole sul battesimo per i morti avevano solo lo scopo di fare capire ai santi di Corinto, in mezzo ai quali alcuni dicevano che non v’era resurrezione dei morti, che se i morti non resuscitano era contraddittorio che alcuni si facessero battezzare per i morti. In altre parole Paolo volle loro dire che coloro che si facevano battezzare per i morti facevano ciò perché credevano che c’era la resurrezione dei morti altrimenti non lo avrebbero fatto. 

 

Indice