1. Il diluvio che ci fu ai giorni di Noè fu universale o riguardò solo una parte della superficie terrestre?

 

Da quello che insegna la Scrittura il diluvio fu universale perché le acque salirono fino a superare le più alte montagne e perirono tutti gli esseri viventi presenti sulla terra. Ecco quanto si legge nel libro della Genesi: "E il diluvio venne sopra la terra per quaranta giorni; e le acque crebbero e sollevarono l’arca, che fu levata in alto d’in su la terra. E le acque ingrossarono e crebbero grandemente sopra la terra, e l’arca galleggiava sulla superficie delle acque. E le acque ingrossarono oltremodo sopra la terra; e tutte le alte montagne che erano sotto tutti i cieli, furon coperte. Le acque salirono quindici cubiti al disopra delle vette dei monti; e le montagne furon coperte. E perì ogni carne che si moveva sulla terra: uccelli, bestiame, animali salvatici, rettili d’ogni sorta striscianti sulla terra, e tutti gli uomini. Tutto quello ch’era sulla terra asciutta ed aveva alito di vita nelle sue narici, morì. E tutti gli esseri ch’erano sulla faccia della terra furono sterminati: dall’uomo fino al bestiame, ai rettili e agli uccelli del cielo; furono sterminati di sulla terra; non scampò che Noè con quelli ch’eran con lui nell’arca" (Gen 7: 17-24). Tra tutti gli abitanti della terra di allora dunque, solo Noè scampò, assieme alla sua famiglia e a tutti gli animali che erano entrati nell'arca.

 

Indice