11. Ho sentito che gli Ebrei ortodossi sono devoti allo Stato di Israele; questo discorso vale per tutti?

 

No, non vale per tutti gli Ebrei Ortodossi, difatti mentre i Lubavitch, ed altri gruppi ortodossi sono molto devoti allo Stato Ebraico, perché vedono nella sua rinascita il principio della redenzione messianica; ci sono gruppi ortodossi come i Satmar (setta chassidica) e i Neturei Karta (aramaico per 'I guardiani della città') che sono fortemente avversi allo Stato Ebraico.

Quelli di Satmar nutrono un avversione verso lo Stato d'Israele perchè vedono in esso il frutto dell'orgoglio umano, in altre parole un usurpazione della prerogativa riservata a Dio. Per loro i Giudei devono aspettare il Messia; perchè è tramite lui che Dio deve ristabilire lo Stato d'Israele. L'esistenza dello Stato d'Israele per quelli di Satmar è responsabile del ritardo della venuta del Messia e di tutte le sventure accadute agli Ebrei nel ventesimo secolo.

I Neturei Karta che riconoscono come loro guida religiosa il capo dei Satmar (per cui i motivi della loro avversione allo Stato ebraico sono identici a quelli di Satmar) e vivono principalmente nel quartiere Mea Sche'arim di Gerusalemme, manifestano la loro forte avversione verso lo Stato ebraico rifiutandosi di pagare le tasse, di votare alle elezioni o di avere un passaporto israeliano. Quando il 29 novembre del 1947 l'ONU votò la spartizione della Palestina in due stati, uno ebraico e l'altro arabo, gli Ebrei che si trovavano a Gerusalemme scesero nelle piazze e per le strade per cantare, danzare e brindare per l'evento, mentre i Neturei Karta piombarono in un profondo lutto.

 

Indice