9. Ho visto che sullo stipite della porta di casa gli Ebrei tengono appesa una scatolina; di che cosa si tratta?

 

Si tratta della mezuzah (ebraico per ‘stipite della porta’) che consiste in un rotolo di pergamena preparato da uno scriba che contiene i versi biblici di Deuteronomio 6:4-9 e 11:13-21 scritti in ebraico, rotolo che viene appeso in una scatolina sulla parte destra dello stipite della porta di casa.

Questo gli Ebrei lo fanno in osservanza del comandamento della legge che dice di scrivere i comandamenti sullo stipite della propria casa (cfr. Deut. 6:9). Questo piccolo astuccio viene baciato dagli Ebrei prima di entrare o di uscire di casa, per ricordarsi di non peccare.

Influenzati dalla Kabbalah molti Ebrei considerano la mezuzah come un talismano; secondo la tradizione i demoni non possono abitare in una casa munita di mezuzah e le forze malefiche che infestano una casa se ne allontanano dopo che si pone la mezuzah sugli stipiti delle porte. Anticamente tra gli Ebrei, quando una pestilenza, una catastrofe o una tragedia colpivano una comunità ebraica o una famiglia, venivano controllate le mezuzoth (plurale di mezuzah) per vedere se il testo non si fosse per caso rovinato. Questa pratica è ancora diffusa tra gli Ebrei Chasidìm (‘i pii’) che sono una frangia del variegato e frammentato Giudaismo ortodosso. Vi sono Ebrei che portano una piccola mezuzah attaccata a una catenina intorno al collo come un amuleto.

Noi come Cristiani non abbiamo bisogno di scrivere i comandamenti di Dio sullo stipite della porta di casa perché Dio ha scritto le sue leggi nel nostro cuore e nella nostra mente secondo che è scritto: "E questo è il patto che farò con la casa d’Israele dopo quei giorni, dice il Signore: Io porrò le mie leggi nelle loro menti, e le scriverò sui loro cuori; e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo" (Ebr. 8:10).

 

Indice