13. Non credete che la storia della nascita verginale di Gesù Cristo sia un mito inventato da alcuni suoi discepoli per onorare il loro maestro, un mito che per altro è tipico del mondo ellenistico antico?

 

No, affatto, perché noi crediamo che la storia del concepimento di Gesù nel seno di sua madre Maria per opera dello Spirito Santo, e quindi non per opera di Giuseppe suo marito, sia una storia vera, autentica, senza il benchè minimo dettaglio inventato. E questo perché noi accettiamo quello che dicono sia Matteo che Luca, che anche il profeta Isaia, come Parola di Dio e non come parola di uomini. E poi ci sono delle buone anzi buonissime ragioni per accettare la sua nascita verginale, innanzi tutto Gesù Cristo doveva nascere in questa maniera per non nascere contaminato dal peccato e potere così caricarsi di tutte le nostre iniquità. Infatti Gesù Cristo, quale Agnello di Dio ben preordinato da Dio avanti la fondazione del mondo per compiere la propiziazione dei nostri peccati, doveva per forza di cose essere immune della colpa sotto cui nasce ogni essere umano, cioè essere puro di ogni colpa. La sua nascita da una vergine quindi fa parte di quel glorioso piano preparato nei minimi dettagli dall'Iddio vivente e da lui mandato ad affetto nella pienezza dei tempi per la salvezza degli uomini dai loro peccati. E poi, il nostro Dio è l'Onnipotente per cui una simile cosa non gli era impossibile compierla. Non c'è nulla di troppo difficile per il nostro Dio; ha creato i cieli e la terra e tutte le cose che sono in essi in solo sei giorni, ha diviso un mare facendovi passare nel mezzo un popolo intero, ha fatto parlar una asina muta con voce umana per riprendere un profeta, - per citare solo alcune delle sue opere potenti trascritte nella Bibbia -, Egli poteva quindi pure fare nascere un essere umano da una donna vergine, cosa che noi crediamo che Egli fece quando mediante il suo Spirito fece prima rimanere incinta Maria, la promessa sposa di Giuseppe, e poi in seguito le fece partorire il bambino a cui fu posto il nome di Gesù. A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen.

 

Indice