6. Quando Gesù disse: "Chi ha veduto me, ha veduto il Padre", volle dire che Egli era anche Dio Padre?

 

No, perché altrimenti non avrebbero alcun senso tutti quei passi della Scrittura dove viene detto che egli pregò il Padre, rese grazie al Padre, lodò il Padre; dove si dice che egli fu mandato nel mondo dal Padre, che il Padre lo ha amato, e tanti altri da dove si evince che c'è una netta distinzione tra lui e il Padre, essendo due persone distinte, quantunque lui e il Padre erano e sono Uno.

Per spiegarvi come Gesù non poteva e non può essere anche il Padre, oltre che il Figliuolo, benchè abbia detto quelle parole, dirò qualche cosa sulla visione che ebbe Paolo sulla via di Damasco. Ora, Paolo sulla via di Damasco quando stava andando a perseguitare la Chiesa ebbe una visione in cui vide Gesù, infatti quando Anania andò da lui gli disse: "Fratello Saulo, il Signore, cioè Gesù, che ti è apparso sulla via per la quale tu venivi, mi ha mandato perché tu ricuperi la vista e sii ripieno dello Spirito Santo" (Atti 9:17), ed anche: "L’Iddio de’ nostri padri ti ha destinato a conoscer la sua volontà, e a vedere il Giusto..." (Atti 22:14). Quindi, non c'è dubbio che Paolo vide il Signore Gesù Cristo in quella celeste visione. Paolo, però a Timoteo, parlando di Dio, dice: "Il quale solo possiede l’immortalità ed abita una luce inaccessibile; il quale nessun uomo ha veduto né può vedere; al quale siano onore e potenza eterna. Amen" (1 Tim. 6:16). Come mai allora Paolo afferma che nessun uomo ha mai veduto il Re dei re e il Signore dei signori, pur avendo visto lui stesso Gesù Cristo, il Giusto, e pur sapendo che egli era il Signore dei signori ed il nostro grande Iddio? La risposta è perché in queste parole lui afferma che nessun uomo ha mai veduto Iddio Padre e non che nessuno ha mai veduto il suo Figliuolo.

Ma allora perché Gesù affermò che chi lo aveva visto aveva visto il Padre? Perché Gesù era ed è "l’immagine dell’invisibile Iddio" (Col. 1:15), e "lo splendore della sua gloria" (Ebr. 1:3); in altre parole chi vedeva lui nei giorni della sua carne vedeva la bontà di Dio, la giustizia di Dio, la misericordia di Dio, l’amore di Dio, e perciò poteva comprendere come era Dio; ma non è che chi lo vedeva vedeva il Padre suo in persona perché Dio il Padre era in cielo seduto sul suo trono attorniato da miriadi e miriadi di angeli.

 

Indice