3. Posso continuare a tenere come credente il ferro di cavallo sulla porta di casa?

 

No, non puoi perché questa usanza è superstiziosa infatti chi la segue pensa che in questa maniera riuscirà a tenere lontano da casa sua le sventure dato che il ferro di cavallo è considerato un portafortuna. Su uno dei tanti dizionari delle superstizioni si legge infatti: 'E' un autentico portafortuna'. Il potere del ferro di cavallo secondo la superstizione ha tratto la sua origine dal fatto che veniva forgiato nel fuoco sacro e con un materiale sacro come il ferro. A proposito del ferro di cavallo è interessante notare che in America è diventata usanza molto diffusa regalare omaggi floreali fatti a forma di ferro di cavallo in occasione di nuove iniziative d'affari, soprattutto quelle considerate nel settore del tempo libero.

Noi non crediamo affatto che un pezzo di ferro possa tenere mali e sventure lontani dalla casa di un credente. Un credente è al sicuro perché ha Dio come suo rifugio e protettore; dice infatti la Parola di Dio: "Chi dimora nel ritiro dell’Altissimo alberga all’ombra dell’Onnipotente. Io dico all’Eterno: Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio Dio, in cui confido! Certo egli ti libererà dal laccio dell’uccellatore e dalla peste mortifera. Egli ti coprirà con le sue penne, e sotto le sue ali troverai rifugio. La sua fedeltà ti è scudo e targa. Tu non temerai lo spavento notturno, né la saetta che vola di giorno, né la peste che va attorno nelle tenebre, né lo sterminio che infierisce in pien mezzodì. Mille te ne cadranno al fianco, e diecimila alla destra; ma tu non ne sarai colpito. Solo contemplerai coi tuoi occhi e vedrai la retribuzione degli empi. Poiché tu hai detto: O Eterno, tu sei il mio rifugio; tu hai preso l’Altissimo per il tuo asilo, male alcuno non ti coglierà, né piaga alcuna s’accosterà alla tua tenda. Poiché egli comanderà ai suoi angeli di guardarti in tutte le tue vie. Essi ti porteranno in palma di mano, che talora il tuo piè non urti in alcuna pietra. Tu camminerai sul leone e sull’aspide, calpesterai il leoncello e il serpente. Poich’egli ha posta in me la sua affezione, io lo libererò; lo leverò in alto, perché conosce il mio nome. Egli m’invocherà, ed io gli risponderò; sarò con lui nella distretta; lo libererò, e lo glorificherò. Lo sazierò di lunga vita, e gli farò vedere la mia salvezza" (Salmo 91:1-16). E' scritto pure che "il giusto se ne sta al sicuro come un leone" (Prov. 28:1), ed ancora: "Il nome dell’Eterno è una forte torre; il giusto vi corre, e vi trova un alto rifugio" (Prov. 18:10). Dunque noi ci raccomandiamo a Dio nella nostra vita, credendo pienamente che egli ci proteggerà da ogni male sia che siamo a casa che fuori casa. Come dice il salmista: "L’Eterno è colui che ti protegge; l’Eterno è la tua ombra; egli sta alla tua destra. Di giorno il sole non ti colpirà, né la luna di notte. L’Eterno ti proteggerà da ogni male; egli proteggerà l’anima tua. L’Eterno proteggerà il tuo uscire e il tuo entrare da ora in eterno" (Sal. 121:5-8).

Al bando dunque il ferro di cavallo e ogni oggetto che viene asserito porti fortuna e protegga la persona da questa o quell'altra sventura. A Dio il nostro protettore che non sonnecchia e né dorme sia la gloria ora e in eterno. Amen.

 

Indice