16. Capitolo 16 - Avvertimenti ed esortazioni finali 

Perchè un Cristiano non può essere un massone

 

Alla luce di quanto abbiamo detto sulla Massoneria, è evidente che se un Cristiano entrasse nella massoneria, e vi ricordo che vi si entra tramite dei giuramenti che peraltro sono vietati dal Signore Gesù Cristo, egli avallerebbe le seguenti dottrine massoniche: l'Iddio di qualsiasi religione è Dio, il nome di Dio è Jahbulon, la Trinità non è accettabile, Dio non ha creato le cose dal nulla, e non è un Dio vendicatore che si adira e fa morire i malvagi; Gesù Cristo è solo uno dei tanti maestri di morale che sono vissuti sulla terra e quindi non è nè il Cristo e neppure il Figlio di Dio (e quindi non è Dio), e di Lui nella loggia non si deve menzionare neppure il nome quindi ogni preghiera a Dio non può essere fatta nel nome di Gesù Cristo; la Bibbia è uno dei tanti libri sacri esistenti (assieme al Corano, i Veda e così via) e quindi non è la sola Parola di Dio; il peccato originale non esiste, l'uomo non è un essere completamente depravato, l'uomo ha il libero arbitrio e quindi è libero di credere e fare quello che vuole, e quindi nessuno può dire di avere la verità assoluta in quanto ognuno ha la sua verità e nessuno ha il diritto di interferire nel credo di un altro affermando che sia sbagliato e quindi degno della condanna eterna da parte di Dio; tutti gli uomini sono figli di Dio e quindi non esistono figli del diavolo; non esiste un inferno con un fuoco vero come neppure una città celeste d'oro puro che si chiama Nuova Gerusalemme; il diavolo non esiste, la credenza nell'esistenza del diavolo è una superstizione; la vita eterna si deve guadagnare mediante le opere buone, non è quindi necessaria la fede in Gesù Cristo per avere la vita eterna, in quanto per arrivare in paradiso ci sono molte strade. Ed oltre a ciò, egli affermerebbe che si avvicina alla Loggia in uno stato di tenebre spirituali e di ignoranza (quando invece egli un giorno è diventato luce nel Signore o figlio di luce e conosce la verità per la grazia di Dio) e una volta iniziato alla massoneria sarebbe costretto a dichiarare di non essere sicuro di avere la verità ma di essere alla continua ricerca della verità; userebbe il nome di Dio invano; si impegnerebbe a dire menzogne per difendere i suoi fratelli massoni (tra i cui fratelli ci sono buddisti, mussulmani, satanisti, maghi e tanti altri figli del diavolo); si contaminerebbe tramite i rituali e i simboli massonici, impregnati di esoterismo ed occultismo, cadendo sotto l'influenza del principe della potestà dell'aria, ossia il diavolo, che lo spingerebbe così ad avvicinarsi a pratiche e dottrine esoteriche-occulte che conducono le anime all'inferno; una volta diventato maestro massone dovrebbe farsi chiamare 'maestro' violando così il comandamento di Cristo; ed infine darebbe la mano d'associazione ad una istituzione che ha come fine ultimo quello di portare i suoi adepti a servire e adorare Satana, servizio e adorazione a Satana che la Massoneria riesce a dissimulare molto abilmente e a nasconderli persino a tanti massoni (mi riferisco alla stragrande maggioranza di massoni che appartengono ai primi tre gradi della Massoneria), che infatti quando sentono accusare la Massoneria di promuovere il culto a Satana pare che non sappiano proprio nulla di tutto ciò e d'altronde Albert Pike ha chiaramente detto che il massone nei primi tre gradi 'viene intenzionalmente indotto in errore tramite false interpretazioni'.

E' evidente dunque che alla luce della Parola di Dio, un Cristiano non può entrare a far parte della Massoneria in quanto esiste una evidente incompatibilità tra Cristianesimo e Massoneria di qualsiasi obbedienza italiana o estera, e non può neppure simpatizzare per essa, anzi la deve rigettare e riprovare con vigore.

L'attitudine della Chiesa di Dio quindi nei confronti della Massoneria, deve essere quella della ferma riprovazione e condanna di questa istituzione, e del rifiuto di qualsiasi collaborazione o associazione con essa. E non solo, la Chiesa deve anche espellere dal suo mezzo coloro che pur chiamandosi fratelli sono massoni, e questo perchè i cosiddetti Cristiani Massoni, non sono per nulla dei fratelli in Cristo, ma sono dei falsi fratelli.

 

Perchè le Chiese Evangeliche non condannano la Massoneria e la doppia appartenenza

 

Adesso voglio fare qualche considerazione sull'assenza di una qualsiasi condanna della Massoneria e della doppia appartenenza da parte delle Chiese Evangeliche in Italia. Mi riferisco qui in particolare alle Chiese Valdesi, Metodiste, Battiste e Luterane, ossia a quelle facenti parte del cosiddetto Protestantesimo storico.

E' evidente che esse non possono condannare la Massoneria perchè se esse sono quello che sono oggi, lo devono anche alla Massoneria, ossia all'opera dei Massoni in Italia (aiutati dai Massoni all'estero) nell'ottocento e nel novecento. Il Protestantesimo storico in altre parole deve molto all'opera dei massoni, a prescindere che questi fossero 'protestanti' o meno.

I massoni infatti nel periodo risorgimentale si sono battuti per l'unità d'Italia e quindi per la 'liberazione' dell'Italia dal dominio temporale del papato in questa nazione, e poi sono riusciti nel dopoguerra tramite tante pressioni a far approvare certi articoli costituzionali che sanciscono la libertà religiosa per le minoranze religiose [e in seguito hanno aiutato queste denominazioni ad avere le rispettive intese con lo Stato, aiuto massonico che peraltro viola il principio di separazione tra Chiesa e Stato che è sostenuto e difeso dalla stessa Massoneria: ma evidentemente ci sono principi massonici che non vengono sostenuti da tutti i Massoni o che vengono interpretati come gli pare e piace!] E questo perchè la Massoneria è schierata a favore della libertà di religione, di pensiero e di parola, e quindi è contro quelle leggi che violano i cosiddetti diritti dell'uomo e incita i massoni a farle abrogare, infatti Albert Pike, sommo pontefice della Massoneria universale, ha scritto: 'A editti che vengano dal solo arbitrio di una forza dispotica, contrastanti con la legge di Dio o con la grande legge della natura, contrari ai veri diritti dell'uomo, che violano il diritto del libero pensiero, libera parola, libere coscienze, è legittimo ribellarsi, e sforzarsi di abrogarli' (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione italiana, Vol. 2, pag. 8 - 4° Maestro Segreto).

Come si può dunque pensare che queste denominazioni possano mettersi a condannare la Massoneria? Anzi la Massoneria gli serve per portare avanti in mezzo alla società italiana gli ideali di libertà, di eguaglianza e di tolleranza. In sostanza la Massoneria serve alle Chiese come baluardo contro la Chiesa Cattolica Romana, che per loro è sempre in agguato per negare dei diritti (o fargliene togliere se li hanno già acquisiti) alle minoranze religiose. Per farvi capire cosa voglio dire: se in futuro dovesse salire al potere in Italia un dittatore come Mussolini, che decide di conservare il Concordato con la Chiesa Cattolica Romana, e di annullare la libertà religiosa per le Chiese Evangeliche e quindi tutte le Intese delle Chiese Evangeliche fin qui ottenute, è evidente che la Massoneria si metterebbe subito in moto affinchè venisse ripristinata la libertà religiosa, e sicuramente le Chiese Protestanti si appoggerebbero ad essa come hanno fatto nel passato. Di sicuro la Massoneria - soprattutto quella Italo-Americana - alzerebbe forte la voce contro questa cosa. Capite dunque perchè non gli conviene alle Denominazioni Evangeliche mettersi contro la Massoneria qui in Italia, dove peraltro la Chiesa Cattolica Romana esercita tuttora una grande influenza sullo Stato? E poi, siccome la Massoneria è contro i privilegi che gode la Chiesa Cattolica Romana da parte dello Stato, è meglio averla amica anzichè nemica, perchè può sempre aiutare a far togliere qualche privilegio alla Chiesa Cattolica Romana.

Ma poi c'è un'altra cosa da tenere a mente, e questo riguarda in particolare i membri della Federazione delle Chiese Evangeliche. La Massoneria porta avanti una battaglia verso la laicizzazione dello stato, e quindi si prefigge di far approvare o conservare leggi che lasciano all'uomo totale libertà in campo dell'etica, cosa che invece non vuole la Chiesa Cattolica Romana. E' risaputo infatti - per esempio - che la FCEI e la Massoneria sono ambedue a favore del riconoscimento da parte dello Stato delle coppie omosessuali, e quindi la Federazione sa che può contare sull'appoggio della Massoneria in futuro per far approvare la legge a favore dei 'matrimoni gay'. E poi la legge sull'aborto (la '194') che esiste in Italia esiste grazie anche alla Massoneria, e dato che la Chiesa Cattolica Romana se potesse la farebbe abrogare ma siccome non può farlo per ora vorrebbe che si modificasse (il cardinale Ruini infatti ha detto: 'Non posso che essere d’accordo: quella legge c’è, sarebbe meglio che non ci fosse, però c’è e non ci sono le condizioni culturali e politiche per abrogarla' - http://www.loccidentale.it/node/6062), dal punto di vista della FCEI bisogna vegliare e mettere in campo tutte le forze possibili contro il desiderio papale di abrogare quella legge, affinchè quella legge rimanga perchè come voi sapete la FCEI è a favore di questa legge che legittima un omicidio agli occhi di Dio. E quindi la Massoneria serve, con i suoi politici (e ricordatevi che solo in Italia ci sono ben 4500 politici che sono massoni), professori, intellettuali, e giornalisti massoni, per opporsi alla Chiesa Cattolica Romana e al suo oltranzismo clericale! Paolo Ricca, professore emerito della Facoltà valdese di teologia a Roma, infatti ha affermato: «La massoneria storica ha difeso, almeno fino al fascismo, la laicità dello Stato contro tutti i tentativi di clericarizzarlo. È una istituzione che ha reso servizi importanti alla laicità, nonostante tutti i suoi limiti, il carattere semisegreto, l’estrazione borghese... E questa della laicità è un a battaglia attualissima: peccato sia combattuta così debolmente dalla sinistra». Per lui, in somma, oggi la massoneria potrebbe essere di nuovo baluardo «ad un oltranzismo neoclericale impressionante». Ci spera. Sorride: «Segretamente» (Michele Sartori, 'Massoneria in cerca di chiese e fedeli', in L'Unità, 21 novembre 1999, pag. 17).

E poi tra queste Chiese Protestanti storiche c'è anche chi accetta soldi dai massoni, come la Chiesa Luterana. Infatti in un comunicato stampa del 21 aprile 2005 emesso dalla Chiesa Luterana in Italia si legge: 'Il giorno 21 aprile 2005, presso la sede della Gran Loggia Regolare d'Italia al Lungotevere dei Mellini si sono incontrati il Gran Maestro Dr. Fabio Venzi ed il Decano della Chiesa Evangelica Luterana in Italia, Jurgen G. Astfalk. In occasione di questo incontro il Dr. Venzi ha consegnato quale segno di solidarietà per il lavoro sociale della chiesa, la somma di €10.000,00 da usare per scopi benefici. Il Decano, accettando la somma, ha ringraziato spiegando che essa sarà devoluta all'opera sociale sul Golfo di Napoli, ed in particolare alla scuola "Gesù dì Nazareth" che serve una platea scolastica in zona povera e disagiata' (http://www.granloggiaregolareitalia.it/).

Ecco perchè le Chiese Evangeliche in linea generale non combattono la Massoneria e non si oppongono ad essa, e siamo costretti a leggere sul sito della Loggia massonica Labirinto Azzurro di Varese che alla domanda: 'Quale è la posizione delle altre Chiese nei confronti della libera Massoneria?' viene risposto: 'Generalmente, le Chiese evangeliche non frappongono alcun ostacolo, molti Fratelli italiani sono di religione valdese e non sono osteggiati per la loro appartenenza alla Massoneria, con l’eccezione di alcune Chiese Calviniste e di una piccola parte della Chiesa Anglicana inglese' (http://labirintoazzurro.org/domanda_risposta/altre_chiese.html).

Considerate infatti, fratelli - a riprova che la Federazione delle Chiese Evangeliche non condanna la Massoneria e l'appartenenza di Evangelici alla Massoneria - che nel libro Scelte di fede e di libertà: profili di evangelici nell'Italia unita, pubblicato dalla Claudiana, che fa parte della 'Collana della Federazione delle chiese evangeliche in Italia' dedicata alla 'Settimana della libertà', come contributo specifico nel dibattito culturale e politico in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, tra la settantina di profili che ci sono in esso, ci sono molti massoni. Ecco i loro nomi: Gabriele Rossetti (1783-1854), Tito Chiesi (1805-1886), Luigi Desanctis (1808-1869), Bonaventura Mazzarella (1818-1882), Teodorico Pietrocola Rossetti (1825-1883), Alessandro Gavazzi (1809-1889), Ernesto Filippini (1854-1928), Giuseppe Petroni (1812-1888), Vincenzo Cassiodoro Nitti (1871-1957), Nicolò Introna (1868-1955), Ernesto Giampiccoli (1869-1921), Ugo Janni (1865-1938), Giuseppe La Scala (1877-1961), Guglielmo Del Pesco (1889-1951), Giuseppe Gangale (1898-1978).

Ed aggiungo: ma come si fa ad aspettarsi dalla FCEI una condanna della doppia appartenenza, quando Domenico Maselli, ex presidente della FCEI (2006-2009), ha definito il massone Bonaventura Mazzarella 'il modello di un parlamentare veramente evangelico' (in Dora Bognandi & Mario Cignoni, Scelte di fede e di libertà: profili di evangelici nell'Italia unita, pag. 43)?

Il messaggio della FCEI è estremamente chiaro quindi: un Cristiano può aderire alla Massoneria, e la Chiesa si può alleare con la Massoneria!

Comprendete dunque in che situazione verte il Protestantesimo storico, o meglio una gran parte di esso, in Italia? Praticamente si propone obbiettivi comuni a quelli della Massoneria, e quindi cosa importa a queste Chiese Protestanti se la Massoneria nega l'unico vero Dio, se dice che Gesù è allo stesso livello di Maometto o Buddha, se nega la divinità di Gesù Cristo, se insegna la salvezza per opere, se è pregno di esoterismo e occultismo, se ci sono Protestanti massoni, e così via? La Massoneria può sempre servire al momento giusto, visto che viviamo in uno Stato cattolico romano!

E' dunque ora di levare forte la propria voce contro questa situazione, contro questa sorta di sottaciuta alleanza tra Protestantesimo storico e Massoneria qui in Italia, che fa diffamare la via della verità da parte dei pagani, e sta portando tante anime all'inferno!

E purtroppo questo comportamento della FCEI sta in una maniera o nell'altra condizionando anche tante Chiese Pentecostali, che infatti hanno la bocca totalmente chiusa sulla Massoneria! E' un circolo vizioso, dove ormai gli interessi denominazionali hanno la meglio su ciò che è di Cristo, e quindi regna il silenzio, ma un silenzio che parla, eccome se parla. Abbiamo visto prima il silenzio delle ADI - la ragione di questo silenzio risiede nel fatto che le ADI nel dopoguerra sono state aiutate dai massoni ad ottenere la fine della persecuzione, aiuto dei massoni che è continuato nel tempo - ma fuori dalle ADI le cose non sono diverse. Basta considerare quelle denominazioni pentecostali o Chiese pentecostali che vorrebbero tanto una intesa con lo Stato, per avere anche loro privilegi e riconoscimenti vari: anch'esse non condannano la Massoneria e la doppia appartenenza, perchè altrimenti perderebbero un potente aiuto e alleato in questa corsa all'ottenimento dell'Intesa ossia gli potrebbe costare cara una presa di posizione pubblica dura e netta contro la Massoneria. E poi, dato che per ottenere una Intesa con lo Stato, vuoi o non vuoi bisogna passare dalla FCEI, e in particolare dai Valdesi (tra i quali i massoni sono tanti), come si può pensare che costoro si mettano a condannare la Massoneria che fa parte della storia sia dei Valdesi che della FCEI?

E' dunque veramente scandalosa questa situazione che ancora una volta denota quanto disprezzo esista verso la Parola di Dio in mezzo alle Chiese Protestanti Storiche e anche nelle Chiese Pentecostali, disprezzo che ormai va paragonato a quello che nutre la Chiesa Cattolica Romana verso la Parola quando erge la sua tradizione al di sopra di essa.

 

Non tollerate la Massoneria

 

Fratelli, vi esorto a non tollerare la Massoneria, perchè costituisce un grosso pericolo ed un grande nemico per la Chiesa di Dio, un 'gigante malvagio' a cui come figli della luce non possiamo non opporci e da cui non possiamo non mettere in guardia gli altri.

La Chiesa dunque non può permettere ad un credente che appartiene alla Massoneria di ricoprire alcun incarico nella Chiesa, perchè esso ha aderito ad una religione diabolica, ad una religione idolatra, che ha una forte avversione verso il Vangelo di Dio e la sana dottrina.

Se quindi una Chiesa viene a conoscenza che il suo pastore o uno dei suoi anziani o uno dei suoi diaconi è un massone lo deve immediatamente riprendere severamente affinchè si ravveda e chieda perdono a Dio facendo opere degne di ravvedimento, il che significa nella pratica rigettare l'ideologia massonica, far rimuovere il proprio nome dai registri della Loggia di appartenenza, e mettersi a riprovare e confutare pubblicamente la Massoneria. In caso contrario, cioè se la riprensione non viene accettata, lo deve togliere dal mezzo dell'assemblea, in quanto la Bibbia afferma: " ...v’ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare. Poiché, ho io forse da giudicar que’ di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Que’ di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi" (1 Corinzi 5:11-12). E i Massoni sono degli idolatri, in quanto servono e adorano un altro dio e non l'Iddio vivente e vero. Naturalmente questo discorso, vale anche nel caso di un credente che non ricopre nessun ufficio o incarico nella Chiesa.

Non vi fate ingannare da quei 'Cristiani' che dicono di appartenere a delle logge cristiane, perchè una loggia massonica, non importa di che tipo è, è sempre una loggia massonica, e quindi non può non aderire alla Massoneria. Non esistono logge massoniche cristiane, come non esistono night club cristiani, o templi mormoni cristiani, o case di prostituzione cristiane; perchè se sono logge massoniche non sono cristiane.

Un'ultima cosa, accertatevi che la Chiesa Evangelica che frequentate condanni pubblicamente la Massoneria e vieti ai suoi membri di farne parte pena l'estromissione dalla Chiesa, e quindi mettete alla prova i suoi conduttori chiedendogli di esprimersi pubblicamente senza alcuna ambiguità contro la Massoneria. In caso non lo facciano, vi esorto ad uscire e separarvi immediatamente da tale Chiesa, perchè ciò vuol dire che quella Chiesa in qualche maniera approva, giustifica, e copre la Massoneria o è collusa in qualche maniera con la Massoneria. Potrebbe pure essere che il pastore stesso sia un Massone o uno che simpatizza verso la Massoneria o che è amico di Massoni, e che nella Chiesa ci siano membri massoni. Fratelli, state molto attenti, perchè anche qui in Italia ci sono pulpiti da cui parlano sia massoni con il grembiule che massoni senza grembiule.

Altra cosa: se fate parte di una denominazione o organizzazione o chiesa che ha una dottrina che in qualche cosa ha somiglianze o convergenze con la Massoneria, o ha il favore della Massoneria o lo cerca, uscitevene subito e separatevi da essa: siete in grave pericolo. Come anche vi esorto a uscire da qualsiasi denominazione che si è alleata con lo Stato tramite una intesa, perchè di fatto quella denominazione così facendo si è messa in qualche maniera con la Massoneria, e ovviamente tenete sempre a mente che in seno a queste stesse denominazioni sono presenti massoni o persone che simpatizzano per gli ideali massonici e quindi che sono dei 'massoni senza grembiule'. Ed uscite e separatevi da qualsiasi denominazione o chiesa che si è data in qualche maniera alla politica, perchè in Italia ci sono migliaia di politici che sono massoni, senza parlare di quei politici che pur non essendo massoni simpatizzano per gli ideali della Massoneria e sono quindi 'massoni senza grembiule', e perciò è inevitabile che le denominazioni o le chiese che si danno alla politica cadano in qualche maniera sotto la diabolica influenza della massoneria (che è ben presente nella politica) tramite alleanze, accordi e cose simili con costoro.

 

La strategia dei massoni per poter lavorare nell'ombra indisturbati

 

Ora, fratelli, voglio che sappiate che i massoni quando qualcuno li smaschera o comunque fa notare la loro presenza o la loro influenza nella società o nella Chiesa di Dio, adottano una strategia che è questa.

Praticamente lo smascheratore viene additato come quello che vede il complotto massonico dappertutto.

Vi faccio un esempio: è stato dimostrato che la piramide con l'occhio onniveggente sulla banconota da un dollaro americano, come anche il Grande Sigillo, hanno una chiara origine occulta-massonica. Peraltro persino Francesco Cossiga, ex presidente della Repubblica Italiana, che aveva un nonno (e forse anche il padre) massone e che pur non dichiarandosi lui stesso massone si intendeva di Massoneria (era conosciuto peraltro come un amico e difensore della Massoneria) e sapeva molte cose sulle logge, ha dichiarato: '... la banconota degli Stati Uniti, il dollaro, è tutta piena di simboli massonici' (in Ferruccio Pinotti, Fratelli d'Italia, pag. 96). Che fanno invece tanti autorevoli storici o scrittori massoni? Semplice: dicono che questi discorsi sono caratteristici di quelli che vedono l'influenza massonica dappertutto, anche dove non c'è. Ma come spiegano allora l'evidenza, cioè la simbologia massonica? Dicendo che si tratta di coincidenze e di un pio desiderio, cioè di voler credere vero qualcosa perchè lo si desidera intensamente. Per cui noi saremmo partecipi di una sorta di complotto antimassonico, che è in atto soprattutto tra i fondamentalisti cristiani che ce l'hanno particolarmente con la Massoneria. Avete capito? Non vi pare peraltro un discorso questo che fanno anche certe denominazioni quando si confutano le loro eresie? Non dicono anch'esse che sono vittime di una sorta di complotto contro di loro da parte di persone che ce l'hanno particolarmente contro di esse, e che vedono il male dappertutto, anche dove non c'è? Noi invece diciamo, che se da un lato ci guardiamo dall'attribuire alla Massoneria tutto il male che oggi viene procacciato dal mondo contro la Chiesa, certamente ci guardiamo anche dal non vedere la macchinazione massonica ordita dal diavolo contro la Chiesa dove questa è visibile e dimostrabile con prove alla mano. Grazie a Dio i nostri occhi sono aperti, e non abbiamo intenzione di chiuderli o di fare finta di non vedere ciò che è evidente.

Dunque, non vi aspettate che i massoni riconoscano le cose che si scrivono contro la Massoneria - finanche da ex-massoni che ora sono nostri fratelli - perchè in una maniera o nell'altra cercheranno di negare anche le cose più evidenti.

E non solo, cercheranno in ogni maniera di screditare colui che smaschera la Massoneria, soprattutto se è un ex massone, attaccandolo sul piano personale, deridendolo o accusandolo di inventarsi le cose o magari dicendo che esagera o dicendo che lancia tutte quelle accuse per una sua vendetta personale o per qualche rancore personale che serbava in cuore e così via!

Ma qui bisogna parlare anche di coloro che appoggiano la Massoneria o simpatizzano verso di essa in mezzo alla Chiesa, pur non essendo iniziati in nessuna loggia massonica. Anche da questi non vi aspettate che vi dicano: 'Sì, fratello hai ragione, le cose stanno così!' Perchè hanno i loro motivi interessati per negare che le cose stiano veramente così, per lasciare operare tranquillamente la Massoneria anche in mezzo alla Chiesa.

Un'ultima cosa, ma non meno importante: state molto attenti, fratelli, perchè esistono persino massoni che si fingono antimassoni, la quale cosa però serve alla Massoneria per attirare potenziali antimassoni e fermarli.

Tutto ciò conferma che nella Massoneria qualsiasi mezzo è lecito, pur di contrastare coloro che smascherano e confutano pubblicamente la Massoneria, per la quale cosa vi esorto ad essere vigilanti e a pregare del continuo.

 

Chi ha orecchi da udire, oda!

 

 

 

Scarica il libro in formato PDF, EPUB e KINDLE da qua http://imieiscritti.lanuovavia.org/