Quello che crediamo e insegniamo

Lo Spirito Santo

  

Gesù Cristo, nella notte in cui fu tradito, disse ai suoi discepoli che dopo che sarebbe andato via da loro, avrebbe mandato loro da parte del Padre lo Spirito Santo che sarebbe stato sempre con loro, li avrebbe guidati in ogni verità, avrebbe annunciato loro le cose a venire, li avrebbe ammaestrati e gli avrebbe ricordato tutte le parole che Egli aveva loro detto, e avrebbe convinto il mondo quanto al peccato, alla giustizia, e al giudizio. E poco prima di esser assunto in cielo, Gesù disse loro: "Voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su voi". E così avvenne pochi giorni dopo la sua ascensione, infatti Gesù Cristo, ricevuto dal Padre lo Spirito promesso, lo sparse sopra i suoi discepoli. Quel giorno (il giorno della Pentecoste) si adempì la promessa che il Padre aveva fatto tramite gli antichi profeti e confermato tramite Gesù Cristo.

Lo Spirito Santo è una persona e non una forza, infatti parla, insegna, guida, rivela, può essere contristato e contrastato. Egli è eterno, buono, giusto, e santo. Conosce ogni cosa, può fare ogni cosa, ed è ovunque, quindi Egli è Dio. Lo Spirito distribuisce i suoi doni a ciascuno in particolare come Egli vuole. Se noi possiamo chiamare Dio ‘Padre’, lo possiamo fare in virtù dello Spirito Santo che Dio ha mandato nei nostri cuori e che grida ‘Abba, Padre’. Lo Spirito Santo fa un’altra cosa molto importante, e cioè intercede per i santi secondo Iddio. Ed oltre a ciò, Egli ci trasforma nella stessa immagine di Cristo perché noi figliuoli di Dio siamo stati predestinati ad essere conformi all’immagine del Figliuolo di Dio, onde Egli sia il primogenito fra molti fratelli. Ogni peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non ha remissione in eterno, ma è reo d’un peccato eterno. Lo Spirito Santo è chiamato anche Spirito di Dio, Spirito di Cristo, Spirito di Gesù, Spirito del Signore, Spirito della grazia, Spirito della verità, e Spirito di adozione. Noi non preghiamo e neppure cantiamo cantici allo Spirito Santo, perché non vogliamo andare al di là di ciò che è scritto.

 

 

Indietro