Quello che crediamo e insegniamo

La salvezza

 

Gli uomini, essendo dei peccatori, sono schiavi del peccato (che è la trasgressione della legge) ed hanno dunque bisogno di essere salvati (o liberati) dai loro peccati, che sono come delle catene invisibili ma potenti che gli impediscono di piacere a Dio. Gli uomini, essendo dei peccatori, sono morti nei loro peccati e nelle loro trasgressioni, e perciò hanno bisogno di essere rigenerati spiritualmente per poter avere comunione con Dio. Gli uomini, essendo dei peccatori, sono dei debitori verso Dio che è adirato verso di loro perché essi hanno trasgredito la sua Parola, e quindi essi hanno bisogno che questi loro debiti siano cancellati per poter essere riconciliati con Dio. Gli uomini, essendo dei peccatori, meritano di essere puniti con il tormento eterno, e perciò hanno bisogno di essere giustificati per poter scampare al tormento eterno, perché quando uno viene giustificato riceve la vita eterna.

La liberazione dalla schiavitù del peccato, la rigenerazione spirituale, la cancellazione dei debiti, e la giustificazione, possono essere sperimentate dagli uomini solo attraverso il ravvedimento e la fede, vale a dire, solo se si ravvedono dei loro peccati e credono che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, è morto per i nostri peccati e risuscitato il terzo giorno per la nostra giustificazione. Le opere buone, le rinunce, e le mortificazioni corporali non possono affrancare l’uomo dai suoi peccati, né rigenerarlo, né cancellare i suoi debiti, né salvarlo dal tormento eterno, e neppure riconciliarlo con Dio. Se queste cose potessero salvare l’uomo, Cristo Gesù sarebbe morto inutilmente e la grazia sarebbe annullata dalla legge delle opere. Non solo, ma se fosse così, l’uomo potrebbe gloriarsi davanti a Dio dicendo di essersi meritato o guadagnato la salvezza. Noi dunque predichiamo che la salvezza si ottiene soltanto mediante la fede in Gesù Cristo senza le opere della legge. Ed esortiamo quindi piccoli e grandi, savi e ignoranti, Ebrei e Gentili, a ravvedersi nel cospetto di Dio e a credere nel nostro Signore Gesù Cristo facendo opere degne del ravvedimento.

 

Indietro