Quello che crediamo e insegniamo

La nuova nascita

 

L’uomo è morto nei suoi peccati ed è sulla via che mena in perdizione, ed ha perciò bisogno di essere rigenerato spiritualmente per poter entrare nel Regno di Dio. Questa rigenerazione spirituale è chiamata nuova nascita. Gesù ne parlò a Nicodemo, uno dei capi dei Giudei, quando gli disse che se uno non è nato di nuovo non può vedere il Regno di Dio. Essa si sperimenta quando ci si pente dai propri peccati e si crede nel Signore Gesù Cristo, cioè quando si crede che Gesù è il Figlio di Dio morto sulla croce per i nostri peccati e risorto il terzo giorno per la nostra giustificazione. Uno che è nato di nuovo si sente perdonato da Dio e riconciliato con Dio; egli è sicuro di essere diventato un figlio di Dio perché lo Spirito di Dio attesta con il suo spirito che egli è un figlio di Dio; ed è assolutamente certo di avere la vita eterna, per cui non ha più paura della morte sapendo che quando morirà egli si dipartirà da questo mondo ed entrerà nel Paradiso di Dio in cielo. Inoltre egli sente di essere diventato una persona nuova interiormente: con dei desideri e dei pensieri nuovi. Questa trasformazione è notata chiaramente da chi sa che tipo di persona era prima della sua nuova nascita. Egli sente di possedere una pace e una gioia mai conosciute prima; questa pace e questa gioia sono il frutto dello Spirito che Dio ha messo nel suo cuore. Con la nuova nascita l’uomo entra a far parte del Corpo di Cristo, cioè la Chiesa di Dio, perché egli viene battezzato dallo Spirito Santo nel Corpo di Cristo; ed ha inizio per lui una vita benedetta da Dio, ma anche una vita piena di afflizioni, tramite cui la sua fede sarà messa alla prova. Chi è nato di nuovo quindi deve rimanere saldo nella fede, fortificandosi nella grazia che è in Cristo Gesù, per superare le svariate prove ed ottenere in quel giorno la corona della vita che il Signore ha promesso a quelli che lo amano.

 

Indietro