Un piccione per un canarino

 

Poco tempo dopo l’ultima guerra mondiale, un Cristiano viveva poveramente in un quartiere operaio. Da molto tempo non mangiava carne. Un giorno, dalla sua finestra, vide dei piccioni che si posavano sul tetto del vicino: ‘se soltanto potessi mangiare un piccione!’, pensò.

Qualche giorno dopo, essendo aperta la porta di casa sua, un canarino entrò in casa, egli chiuse rapidamente la porta e acchiappò l’uccello. Dopo, fece il giro di quel quartiere operaio di casa in casa, per sapere a chi apparteneva l’uccello. Trovò finalmente il proprietario, un allevatore di piccioni!... L’uomo, talmente felice d’aver ritrovato il suo canarino preferito, gli offrì in ricompensa un piccione.

" Non siate con ansietà solleciti di cosa alcuna; ma in ogni cosa siano le vostre richieste rese note a Dio in preghiera e supplicazione con azioni di grazie "; " E l’Iddio mio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze e con gloria, in Cristo Gesù " (Filippesi 4/6 e 19).

 

Traduzione dal francese di Illuminato Butindaro

 

Indice