Il giudizio venne dopo vent’anni

 

‘Un cacciatore fu ucciso in una foresta da una fucilata partita da una mano sconosciuta. Venti anni dopo, suo figlio sparò ad un cervo, ma avendolo mancato colpì un uomo che lui non aveva visto. Mentre costui giaceva morente, disse al cacciatore: ‘Io sono l’uomo che sparò a tuo padre, proprio qui, sotto questa quercia. Lo stesso terreno dove noi siamo adesso fu tinto con il sangue di tuo padre, ed era evidentemente destino che tu, figlio dell’uomo ucciso, dovessi in questo preciso posto, senza pensarci e senza intenzione di fare una cosa simile, vendicare quell’atto su di me. Dio è giusto’ egli esclamò, e di lì a poco spirò’.

 

Testimonianza tratta da: SIN, THE TELL-TALE [IL PECCATO, IL CHIACCHIERONE], a cura di William Edward Shepard, God's Revivalist Press, Ringgold, Young and Channing Sts. Cincinnati, O.

 

Indice