Gesù guarisce

 

Sono nata in una famiglia cristiana che temeva Dio e che viveva la sua fede tutti i giorni. Ho dunque avuto "l’abitudine" di vedere cose straordinarie accadere nella nostra famiglia e in seno alla nostra chiesa locale. Fu in modo molto naturale che decisi di seguire Gesù, quando dovetti fare una scelta.

Alcuni anni dopo, mi sposai ed ebbi il mio primo figlio a 20 anni. Ero quindi una giovanissima mamma quando ho vissuto quell’esperienza che io chiamo "la prova della fede".

Il mio bebè aveva tre mesi, quando un bel giorno mi accorsi che aveva un gonfiore all’inguine delle dimensioni di un uovo di piccione. Riconosco che mi feci prendere un po’ dal panico e rapidamente chiamai il medico, il quale diagnosticò una ciste del cordone spermatico. Egli fece confermare la sua analisi mediante un’ecografia. Poi prese un appuntamento per noi da un chirurgo poiché bisognava operare il bambino rapidamente. Il chirurgo ci fissò una data per l’intervento e ritornammo a casa. Tutto avvenne così in fretta che non avemmo il tempo di riflettere su niente.

Ma una volta a casa realizzai che si stava per operare il mio piccolo bebè di tre mesi, e questo non ero affatto pronta ad accettarlo. Fu allora che gridai a Dio. Era impossibile che venisse toccato il mio bebè così fragile!

Dio nel Suo amore infinito rispose alla mia preghiera, Egli capì la mia distretta e mi esaudì. Nei giorni che seguirono, la ciste cominciò a diminuire fino a scomparire completamente in capo a una settimana. Quale gioia fu la mia di constatare la guarigione di mio figlio! Annullammo l’appuntamento del chirurgo che rimase meravigliato di apprendere che quella ciste era potuta "andare via" senza un intervento chirurgico.

Quindici giorni dopo, quando avevamo quasi dimenticato quell’avventura, la realtà "visuale" venne a manifestarsi. Mio figlio aveva di nuovo un gonfiore allo stesso posto, ma più piccolo questa volta. Fui tentata, lo spazio di un istante, di disperarmi e di pensare che Dio avesse agito solo a metà. Ma mi ricordai delle Sue promesse alle quali Egli non manca mai. Nonostante quello che sembrava essere evidente per i miei occhi umani, i miei occhi della fede dovevano vedere più lontano, da sopra l’ostacolo. Questo versetto della Bibbia: "Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono" mi mostrava che la fede spera contro ogni speranza, ed io dovevo prendere quella vittoria su ciò che vedevo. Pregai dunque Dio appoggiandomi su quella promessa e lo ringraziai per la guarigione intera e completa ch’Egli aveva operata nel corpo di mio figlio quindici giorni prima. Ricevetti la convinzione che il mio bebè non sarebbe stato operato e che era guarito. Effettivamente nei giorni che seguirono la ciste se ne andò come era venuta per mai più ricomparire.

In quel periodo di prova compresi che devo confidare in Dio anche se le apparenze sono contrarie, poiché Gesù mi ama. Dio onora sempre la fede di chi crede in Lui….

 

Priscille Vessière

 

Testimonianza tratta da: www.jesustheme.com/

 

Traduzione dal francese di Illuminato Butindaro

 

Indice