La miracolosa guarigione di una ragazza

 

L’improvvisa guarigione miracolosa di una giovane ragazza di Londra, che giaceva a letto ed era quasi sul punto di morire, ha suscitato un considerevole interesse pubblico durante le due ultime settimane, e noi abbiamo mandato i nostri speciali rappresentanti alla casa per verificare i fatti.

Dorothy Kerin, che vive con i suoi genitori a Herne Hill, nel sud-est di Londra, è una ragazza di ventidue anni carina e sveglia. Ella è parte di una famiglia formata da cinque membri, e quando lei aveva quattordici anni i suoi genitori constatarono allarmati che ella stava perdendo la salute. Due anni dopo ella diventò completamente allettata, ed è rimasta allettata per gli ultimi cinque anni. Poco dopo essersi ammalata, fu mandata presso una Casa di cura che tratta i casi di consunzione, che si trova fuori Reading, ma dopo esservi rimasta per nove mesi fu mandata a casa senza che avesse migliorato. Poi ella fu ricoverata all’Ospedale San Bartolomeo, e ci rimase per due mesi. Poi fu provata una clinica privata a San Leonardo con gli stessi risultati. Alla fine ella fu mandata a Kilburn presso la Casa San Pietro, dove si ricoverano coloro che sono affetti da malattie incurabili, da dove fu mandata a casa in ambulanza con UNA SOLA SETTIMANA DI VITA.

Complessivamente l’avevano visitata più di venti dottori, e dal primo all’ultimo furono in grado di fare poco per lei. Per due settimane prima della sua straordinaria guarigione ella rimase pressoché cieca, e completamente sorda, e tutti pensarono che stesse per morire. Dorothy Kerin è una zelante ragazza Cristiana, e per anni è stata unita alla Missione della Chiesa di San Paolo, a Herne Hill. Il vicario, i curati, e i collaboratori della chiesa la visitavano costantemente, e si pregò frequentemente per lei quando si pregava per i malati della parrocchia. La storia della sua straordinaria guarigione è raccontata nella maniera migliore da lei medesima. Ella ha detto: ‘Io giacevo sulla mia schiena nel mio letto. Le cose erano scure e malinconiche perché i miei occhi erano malati. Ma era Domenica sera, e io facevo del tutto per stare allegra. Improvvisamente VIDI UNA LUCE ABBAGLIANTE. Sembrava una grande fiamma d’oro sopra di me, con due mani stese – delle mani affettuose – mentre una voce mi disse: ‘Dorothy, le tue sofferenze sono terminate, alzati e cammina’. Ed allora potei vedere e camminare, e sto bene. Sono sicura che è un miracolo’. Sua madre prosegue il racconto dicendo: ‘Noi ci trovavamo attorno al suo letto attorno alle otto di sera di Domenica sera, aspettando che esso fosse IL SUO LETTO DI MORTE (N.d.T. vale a dire, che ella morisse). Ella giaceva sul letto con le sue mani incrociate sul suo petto, come se fosse morta. Improvvisamente ella diede un grande sospiro, e noi pensammo che fosse morta. Poi, con un meraviglioso sorriso, che nessuno di noi potrà mai dimenticare, ella stese le sue braccia. Poi aprì i suoi occhi, all’inizio dava occhiate oblique, poi la sua espressione diventò naturale. Io dissi: ‘Dolly, mi riconosci?’ e allora ella rispose: ‘Certo che ti riconosco mamma’. Rimanemmo tutti stupiti. Poi ella si sedette, e disse: ‘Io voglio alzarmi e camminare’. Io le dissi: ‘Tesoro mio, tu non puoi alzarti’, ma ella rimase calma, e disse: ‘Ma un angelo mi ha detto di farlo’. Un amico che era lì presente disse: ‘Datele la sua vestaglia. Permettetele di vedere quello che può fare’. Io pensai che ella sarebbe caduta. Invece ella gettò via i suoi abiti da letto, SALTO’ FUORI DAL LETTO, e attraversò la stanza. Entrando in cucina, ella vide suo padre, e con un grido di piacere corse in avanti e gettò le sue braccia attorno al collo di suo padre. Un uomo che era presente era un ateo dichiarato, e cadde sulle sue ginocchia e pianse singhiozzando ad alta voce. ‘Pochi giorni prima’ ha detto sua madre, ‘la ragazza mormorò durante il sonno: ‘Gesù verrà e compirà una grande cosa!’

‘Quando il nostro rappresentante ha chiamato a casa loro il giorno dopo, la Signora Kerin disse: ‘Sì, ogni parola è vera. Dorothy sta bene ed è forte e va in giro. In effetti, il suo dottore la sta portando a fare un giro con la macchina’.

Un amico di famiglia intervistato in quello stesso tempo, quando venne a sapere chi era l’intervistatore, disse: ‘Oh, sì, io sono un lettore del ‘Christian Herald’ [l’Araldo Cristiano], e noi saremo felici di darvi ogni informazione su Dorothy. Noi crediamo che si tratti di UNA RISPOSTA DIRETTA ALLA PREGHIERA’.

Delle successive richieste di informazioni ci dicono che questa straordinaria guarigione permane. Il dottore che assiste la Signorina Kerin, un ben noto professionista del posto, ha affermato: ‘Io non ho nessuna spiegazione da fornire. Posso solo dire che non posso attribuirmi nessun merito per questo fatto straordinario. Sotto la mia direzione la paziente aveva vissuto per settimane, fino a Domenica, sotto brandy, oppio e amido. I suoi muscoli non avevano nessun vigore. Da dove viene questo vigore adesso mi lascia sconcertato. Io non posso dire assolutamente niente per spiegare questa guarigione’. Il caso sta confondendo i dottori, e uomini di scienza di ogni grado, e particolarmente i seguaci della Scienza Cristiana, ma la ragazza stessa è fermamente convinta che si tratta di una Guarigione Divina. E’ superfluo dire che la pubblicità data a questo caso ha provocato una grande commozione nel distretto, e degli uomini del giornale, medici, e investigatori di ogni genere sono affluiti alla casa della famiglia Kerin. Così tanta eccitazione non era considerata una buona cosa per Dorothy, cosicché il Reverendo A. J. Waldron e il suo dottore hanno fatto i preparativi per portare subito Dorothy presso una clinica privata dove ella può stare tranquilla e vivere una vita privata respirando aria di campagna.

 

Testimonianza tratta da: Confidence [Fiducia], Vol. V, No. 3, Marzo 1912, Sunderland, Inghilterra, pag. 70, 71

 

Indice