La pagina strappata al fuoco

 

"I lacci degli empi m’hanno avviluppato, ma io non ho dimenticato la tua legge".

"Se la tua legge non fosse stata il mio diletto, sarei già perito nella mia afflizione".

Salmo 119:61 e 92

 

A Tchoungking, in Cina, i cristiani subivano, pochi anni fa, delle dure persecuzioni. Un giorno, dei poliziotti ammucchiarono sulla piazza tutte le Bibbie e tutte le altre opere religiose trovate nelle case e le bruciarono.

Si obbligarono i cristiani ad assistere a quella distruzione. Ma uno di loro, approfittando di un momento di distrazione del guardiano, strappò al fuoco una pagina non consumata. Da allora, per anni, la Chiesa sotterranea di Tchoungking si nutrì spiritualmente di quell’unica pagina del Libro di Dio. Ogni domenica, sul foglio strappato alle fiamme, quei credenti potevano leggere la seguente promessa, fatta da Gesù stesso: "Edificherò la mia Chiesa e le porte dell’Ades non la potranno vincere" (Matteo 16:18).

Meravigliosa certezza per quei fedeli, esposti ogni giorno ad essere gettati in prigione e a subire la tortura o la morte! Avevano visto certi loro fratelli nella fede sepolti vivi, altri a cui erano stati cavati gli occhi o strappata la lingua.

Ma l’uomo, non importa quanto grande sia la sua potenza apparente, non avrà l’ultima parola. Satana, l’Avversario dei credenti di tutti i tempi, non dominerà sempre. La vittoria definitiva appartiene a Colui che ha trionfato sul male per mezzo della croce del Calvario, e che Dio ha risuscitato dai morti (Atti 2:23,24; Colossesi 2:15).

 

Credete in Gesù? È egli il vostro Salvatore? Siete dalla parte del Vincitore?

 

Testimonianza tratta da: www.chine-informations.com/

 

Traduzione dal francese di Illuminato Butindaro

 

 

Indice