Fu risuscitata dai morti

 

I pastori tedeschi che ci hanno fatto visita a Sunderland ed anche alla Conferenza di Londra la settimana prima, ci hanno raccontato in che maniera meravigliosa Dio ha operato recentemente in una città Renana. Il Signore ha risuscitato dai morti in una maniera meravigliosa una fervente giovane donna. Le sue pulsazioni e il suo respiro erano cessati per quattro ore *. Questa sorella è ben conosciuta nell’ambiente Pentecostale della sua città. Il popolo del Signore che legge questo racconto deve pregare in maniera speciale mentre legge affinché ella possa essere mantenuta sotto il Sangue prezioso ed ai piedi del Signore. Egli può proteggerla, sebbene noi sappiamo che coloro che vengono portati alla ribalta hanno bisogno per molte ragioni delle preghiere dei figli di Dio. Ma noi crediamo che questa storia fortificherà la fede di molti. Noi abbiamo un Dio meraviglioso e niente è troppo difficile per il nostro Signore. Da quando ella è stata risuscitata dai morti, la presenza di questa sorella nelle riunioni di preghiera ha portato una potenza meravigliosa. Almeno una persona è stata potentemente benedetta ed ha parlato in lingue per la prima volta a motivo della potenza di Dio manifestatasi tramite la sua presenza.

C’era una sorella a ------- che si ammalò gravemente ai polmoni, ma fu guarita dal Signore. Ora, ella aveva una voce potente con cui cantava ed adorava in lingue. Poco tempo fa ella ebbe una grave malattia. Un giorno alle nove ella morì. Erano presenti i suoi parenti. Essi la videro spirare. Un fratello che il Signore aveva benedetto molto non poté sopportare ciò. Egli pregò che il Signore la risuscitasse. Alcuni dei suoi [della sorella] amici dissero: ‘Smetti di pregare’ ma egli non poté farlo. Il fratello Humburg le sentì il polso e stette ad ascoltare il suo respiro, ma ella era ‘finita’. Allora essi pregarono, ma era come se nella stanza ci fosse una potenza che ostacolava la preghiera, era tutto buio spiritualmente. Una signora anziana disse: ‘Smettete di pregare, dobbiamo prepararci per la sepoltura’. Il suo mento era già crollato, ed ella lo aveva legato con un fazzoletto. Ma improvvisamente fu come se il cielo si fosse aperto, una grande gioia cadde su tutti loro, e il fratello Humburg allora comandò alla morte di allontanarsi, e rimase lì fermo pieno di potenza. Comandò per la seconda volta alla morte di allontanarsi ‘nel nome di Gesù’. Allora ella cominciò a respirare. Aprì la bocca e la prima parola che uscì dalle sue labbra fu GESU’. Poi ella cominciò a lodare e a profetizzare. Ella disse con un tono solenne: ‘Gesù ha tolto via la potenza della morte’. La potenza e la presenza del Signore erano così grandi che essi caddero tutti sul pavimento e il fratello Humburg cantò in lingue per la prima volta dopo un attesa di molti mesi.

Il pastore Paul la vide mentre andava in Inghilterra. Ella stava bene ed era felice e forte. Questa è la sua testimonianza. Ella giaceva con la consapevolezza che stava per rendere il suo ultimo respiro. Ella sentì la sua anima lasciare il suo corpo. Andò fuori dal corpo in un altro posto – un grande POSTO DI RIPOSO. ‘Posso riposarmi qui del continuo’ ella pensò. Ma dopo un pò il Signore Gesù stesso le apparve in gloria. Egli si avvicinò e le soffiò sopra. Una meravigliosa potenza e una meravigliosa atmosfera celeste caddero sopra lei, e nella potenza di quel soffio ella ritornò nel suo corpo, e naturalmente, la sua prima parola fu GESU’.

Alleluja! Ella è tornata ad essere una benedizione per molti’.

 

* Secondo un successivo articolo apparso sul medesimo periodico le ore furono 2 e mezza.

 

Testimonianza tratta da: Confidence [Fiducia], Vol. III, No. 6, Giugno 1910, Sunderland, Inghilterra, pag. 123, 124,

 

Indice