Padre degli orfani è il nostro Dio

 

Le seguenti testimonianze sono raccontate dalla sorella Lillian Trasher, colei che fondò l’orfanotrofio di Assiout in Egitto nel 1911.

Prima delle testimonianze però lasciamole raccontare come nacque questo orfanotrofio. ‘Arrivai in Assiout il 26 Ottobre del 1910 e mi recai subito alla Missione del signor Brelsford e cominciai a studiare la lingua. Dopo che ero stata in Egitto poco più di tre mesi mi fu chiesto di andare a fare visita a una donna che stava morendo. Ella aveva un neonato di circa tre mesi che veniva nutrito con una piccola bottiglia. Il latte era diventato incrostato e verde e viscoso, e nonostante ciò il bambino cercava di berlo. Presto la mamma morì e il bambino fu dato a me. Lo portai a casa. Il bambino non aveva mai ricevuto un bagno e i suoi panni erano attaccati al suo piccolo corpo. Voi non potete immaginare gli odori che venivano fuori da quella piccola creatura. Quella piccola cosa piangeva e piangeva, rendendo difficile ai missionari di riposare la notte. Essi mi pregarono di portare indietro il bambino, ma io non potei fare quella cosa. Così uscii fuori e presi in affitto una casa per 12 dollari e mezzo al mese, spesi tutto quel poco che avevo per qualche mobile, e così il 10 febbraio del 1911 segnò l’apertura dell’Orfanotrofio di Assiout’.

‘La mia prima donazione all’opera fu di trentacinque centesimi, e da quel momento fino adesso alla nostra grande famiglia non è mai mancato un pasto, e neppure abbiamo mai fatto debiti per una cosa sola. Quando aprii l’orfanotrofio, decisi di non fare mai debiti, e decisi che se il Signore voleva l’orfanotrofio, Egli avrebbe supplito ai bisogni. Una volta le nostre finanze erano molto basse, cosicché parlai al capo insegnante e gli dissi: ‘L’unica cosa che noi possiamo fare è mandare a casa tutti coloro che hanno un posto dove andare, fino a che il Signore ci apre la via per riportarli di nuovo qua’. Allora chiamai tutti i bambini nella sala della preghiera, spiegai loro che noi non potevamo mai fare debiti, e che siccome Dio non stava provvedendo il denaro necessario, era probabilmente meglio per loro di andare dai loro parenti fino a che il bisogno non fosse supplito. Quando arrivai a quel punto i bambini scoppiarono in un lamento tale che non avevo mai sentito prima. Impossibilitata a proseguire la mia spiegazione, ci mettemmo giù a pregare, e il rumore fu quello di un grande campeggio [camp meeting].

Come piangevano i poveri piccoli bambini! Dopo la preghiera mi alzai e dissi loro che io non potevo mai fare debiti, e che se il Signore non mandava il denaro noi avremmo sofferto assieme. Io rimasi molto sorpresa quando la posta della mattina successiva ci portò un assegno di cento dollari dall’America. Prima che quel denaro fosse usato, altro denaro cominciò ad arrivare dall’Egitto.

‘I bambini, oltre alla loro educazione secolare e religiosa, stanno ricevendo una insolita disciplina sulla fede. Tutto quello che concerne il nostro lavoro ha la tendenza a stimolare la semplice fiducia in Dio per ogni cosa. Una volta durante l’assenza della ‘Mamma’, il denaro era scarso e il menu quotidiano consisteva principalmente di fagioli e lenticchie. Questa monotonia nel loro vitto fece nascere una protesta. Tutti i bambini tra i quattro e i cinque anni vennero nella cucina e dissero al cuoco che loro non potevano mangiare più lenticchie, ma volevano al loro posto della carne. Il cuoco rispose: ‘Miei cari, io non posso darvi nessuna carne, ma se voi la volete dovete chiederla al Signore e lui ve la darà’. La deputazione dei bambini si ritirò immediatamente in camera e cominciarono a pregare: ‘Ya Rob, Yebart le hu lahn (O Signore, mandaci della carne). Mentre essi stavano ancora pregando si sentì bussare alla porta e qualcuno portò dentro mezzo bue. ‘Chiedete e vi sarà dato’.

 

Tratto da: Stanley H. Frodsham, With Signs Following: The Story of the Pentecostal Revival in the Twentieth Century [Con i segni che seguono: la storia del Risveglio Pentecostale nel ventesimo secolo], Springfield, Missouri, 1946, pag. 145-147

 

Indice