Il segnale di fumo

 

L’unico sopravvissuto a un naufragio fu buttato dalle onde sulla riva di una piccola isola disabitata. Chiese a gran voce a Dio di salvarlo e ogni giorno scrutava l’orizzonte in attesa di un aiuto, ma non sembrava vicino nessun aiuto. Esausto, riuscì infine a costruire una capanna rudimentale e vi ripose le poche cose che aveva. Un giorno, però, tornando a casa dopo essere stato a cacciare per procurarsi un po’ di cibo, egli trovò la sua piccola capanna in fiamme, mentre il fumo s’innalzava verso il cielo. Era accaduta la cosa peggiore; era tormentato dal dolore. Tuttavia, il giorno seguente, all’alba, una nave si avvicinò all’isola e lo trasse in salvo. ‘Come avete fatto a sapere che ero qui?’, chiese all’equipaggio: ‘Abbiamo visto il suo segnale di fumo’ gli risposero. Sebbene adesso non sembra così, la tua attuale difficoltà può essere utile per la tua felicità futura.

 

John Yates, Falls Church, Virginia, citato in Leadership, Winter Quarter, 1992, pag. 57

 

Indice