Le due arance

 

Mentre traversava l’Oceano Atlantico su una nave di linea, fu chiesto a F. B. Meyer di parlare ai passeggeri della prima classe. Su richiesta del capitano della nave egli parlò della ‘Preghiera Esaudita’. Ad un agnostico che era presente alla riunione fu chiesto dai suoi amici: ‘Che hai pensato del sermone del Dottor Meyer?’ Egli rispose: ‘Non ho creduto ad una sola parola di esso’.

Quel pomeriggio Meyer andò a parlare ai passeggeri della terza classe. Molti degli uditori presenti al suo discorso mattutino, compreso l’agnostico che affermava che voleva solo ascoltare ‘quello che il cianciatore aveva da dire’, andarono ad ascoltarlo. Prima di partire per la riunione, l’agnostico si mise due arance in tasca. Strada facendo egli oltrepassò una donna anziana che sedeva sulla sua sedia a sdraio profondamente addormentata. Le mani della donna erano aperte. Per divertirsi, l’agnostico mise le due arance nelle mani della donna che erano aperte. Dopo la riunione, l’agnostico vide l’anziana donna mangiare felicemente uno dei frutti: ‘Sembra che le piace l’arancia’ egli fece notare sorridendo.

‘Sì, signore’ replicò lei, ‘Mio Padre è molto buono con me’

‘Vostro padre? Sicuramente vostro padre non può essere ancora vivo!’

‘Lode a Dio’, ella replicò, ‘Egli è assai vivo’.

‘Che cosa vuole dire?’ insistette l'agnostico. Ella spiegò: ‘Io ve lo racconterò, signore. Io da giorni ho il mal di mare. Io stavo domandando a Dio di mandarmi in qualche maniera una arancia. Credo di essermi addormentata mentre stavo pregando. Quando mi sono svegliata, io ho trovato che Egli non mi aveva mandato una sola arancia bensì due!’

L’agnostico rimase senza parola. Più tardi egli si convertì a Cristo. Sì, la preghiera fatta secondo la volontà di Dio riceve una risposta.

 

Tratto da: Our Daily Bread [Il Nostro Pane Quotidiano]

 

Indice