Il denaro di cui avevano bisogno

 

Alfred Goodrich Garr (1874-1944), pastore di una chiesa indipendente di Los Angeles (California), nel 1906 fu battezzato con lo Spirito Santo durante il risveglio di Azusa Street. Mentre parlava in altre lingue, secondo che lo Spirito gli dava di esprimersi, ‘un Indiano Britannico entrò nella riunione dove lui stava adorando e domandò come il Dottor Garr avesse imparato il Bengali, la lingua natia di quest’uomo. Il Dottor Garr rispose che lui non conosceva il Bengali, ma l’uomo insistette nel dire che quello che lui stava parlando era davvero questo dialetto Indiano’.

Nel Gennaio del 1907, Alfred Garr assieme alla sua famiglia e ad un collaboratore, partì per l’India per portare il messaggio Pentecostale agli Indiani.

‘Quando arrivarono in India, non conoscendo un’anima nella nazione e senza nessun sostegno finanziario, i coniugi Garr scoprirono che i loro bagagli di bordo erano stati rubati. Gli unici beni che gli rimasero furono quelli dentro le loro valigie che portavano a mano. Non scoraggiati, essi presero in affitto una stanza nella parte di Calcutta più a buon mercato, e qui contarono il loro denaro e costatarono che avevano abbastanza denaro solo per la prima colazione della mattina successiva. Sapendo che Dio lo aveva mandato in India, dopo che il denaro si esaurì egli ebbe fiducia che il Signore avrebbe provveduto tutto quello di cui aveva bisogno la sua famiglia. La mattina successiva, dopo la prima colazione, mentre la famiglia era in preghiera, un ufficiale Britannico, il Capitano Angelsmith, giunse alla loro porta domandando se lì viveva un uomo di nome Garr. Egli raccontò che quella mattina, mentre stava pregando di buon ora, Dio gli aveva parlato dandogli il nome di Alfred Garr e l’indirizzo del posto dove lui dimorava, e gli aveva ordinato di portargli in regalo un sacchetto di sterline d’oro’.

 

Steve Thompson

 

Tratto da: Testimonies of Great Christians

 

Indice