Le due uova

 

Verso la fine del Giugno del 1990, io e mio fratello, nel corso dei nostri spostamenti che facevamo qui nel Lazio (andavamo da un paese all'altro evangelizzando) giungemmo a Terzi, un piccolo paese vicino a Bracciano, dove ci fermammo circa un giorno. Siccome volevamo sapere a che ora passasse il bus per Bracciano fermammo un giovane di nome Luca per chiedergli l'orario dei bus e cogliemmo pure l'occasione per evangelizzarlo. E siccome ci aveva detto che i suoi genitori avevano una fattoria lì nei pressi dove lui stava andando a lavorare gli domandammo se gentilmente ci potesse vendere del latte di vacca fresco. Gli demmo i soldi e lui se ne andò a prenderci il latte. Dopo pochissimo, quando lui era ormai svanito dalla nostra visuale (era partito infatti correndo), io dissi a mio fratello: 'Renato, gli potevamo dire di portarci anche due uova!', ma oramai era troppo tardi. Poco dopo Luca tornò con una bottiglia piena di latte e con un sacchetto di carta in cui c'erano due uova. Rimasti meravigliati, gli chiedemmo come mai ce le aveva portate; la risposta fu la seguente: 'Mia mamma mi ha detto: 'Perchè non gli porti anche due uova a quei due giovani?' Ci rallegrammo nel Signore riconoscendo che Lui ci aveva esauditi dandoci quello che volevamo. A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Giacinto Butindaro

 

Indice