Cambiamento di copione

 

Molti anni fa in un teatro di Mosca, l’attore Alexander Rostovzev, idolo delle donne, fu convertito mentre recitava il ruolo di Gesù in una opera teatrale sacrilega intitolata ‘Cristo in smoking’. Lui avrebbe dovuto leggere due versi dal Sermone sulla Montagna, togliere il suo lungo vestito e gridare: ‘Datemi il mio smoking e il mio cappello a cilindro!’ Ma quando lesse le parole: ‘Beati i poveri in ispirito, perché di loro è il regno dei cieli. Beati quelli che fanno cordoglio perché essi saranno consolati’, egli cominciò a tremare. Invece di seguire il copione, egli continuò a leggere dal capitolo 5 di Matteo, ignorando i colpi di tosse, gli appelli e i battiti dei piedi dei suoi colleghi attori.

Alla fine, ricordandosi di un verso che lui aveva imparato durante la sua infanzia in una Chiesa Russa Ortodossa, egli gridò: ‘Signore, ricordati di me quando sarai venuto nel Tuo regno" (Luca 23:42). Prima che la tenda potesse essere abbassata, Rostovzev aveva accettato Gesù Cristo come suo personale Salvatore.

 

Why Christians Sin [Perché i Cristiani Peccano], J. K. Johnston, Discovery House, 1992, pag. 121

 

Indice