La processione della risurrezione

 

Il fratello Singh, sovrintendente di zona delle Assemblee di Dio in Madyra Pradesh, India, e vari altri pastori stavano andando a predicare in un villaggio. Usarono la macchina fin dove era possibile poi continuarono a piedi. Arrivando in una zona tribale si scontrarono con un gruppo politico anti-cristiano che organizzava un comizio. Il gruppo li respinse costringendoli a fuggire. Mentre fuggivano arrivarono davanti ad una processione funebre; una giovane donna morta circa dodici ore prima era avvolta in un telo funerario e trasportata su di una barella cosparsa di fiori. La sua famiglia di religione Hindu, piangeva mentre l’accompagnavano al luogo dove sarebbe stata cremata. Cogliendo l’opportunità, quei fratelli chiesero se potevano pregare per l’occasione.

La famiglia acconsentì, non appena fu nominato il nome di Gesù la giovane donna si alzò e si mise seduta perfettamente viva, lasciando tutti sorpresi. I pastori furono risparmiati, ma non solo, quella gente chiese di costruire una chiesa dove potessero adorare il Dio potente della Bibbia.

 

Tratto da: Cristiani Oggi, 16-31 Marzo 1999 n°6, pag. 14, Roma.

 

Indice