26 intercessori, 26 angeli

 

Durante le vacanze nella sua patria, un missionario Americano raccontò alla sua chiesa la seguente esperienza: ‘Ogni 2 settimane, io vado in bicicletta in città a fare la spesa. Non molto tempo fa, io mi recai in città e, come sempre, volevo prendere del denaro dalla banca per comprare delle medicine e altre cose. Quando arrivai io vidi due uomini che si azzuffavano. Uno fu ferito seriamente, e così lo curai e gli parlai di Gesù. Dopo avere comprato quello di cui avevo bisogno, io partii per compiere il mio viaggio di ritorno alla base lungo due giorni, dormii nella giungla e arrivai a casa salvo. Quando rifeci il viaggio due settimane più tardi, il giovane uomo che io avevo curato venne da me e mi disse: ‘Due settimane fa, io e dei miei amici ti seguimmo dentro la giungla. Noi sapevamo che tu avresti dormito nella giungla, e avevamo deciso di ucciderti e portarti via i soldi e le medicine. Proprio quando stavamo per assalire il tuo campo, noi notammo le 26 guardie armate’. Io mi misi a ridere, e gli dissi che io non potevo portare nessuna guardia con me, così io ero completamente solo, ma io non riuscii a persuaderlo. ‘Tutti i miei amici videro gli uomini, e noi tutti li contammo. Noi avemmo paura delle guardie, così non ti attaccammo’.

Appena il missionario disse questo, un uomo nella chiesa saltò in piedi, interrompendo la relazione per domandare quando il fatto era esattamente accaduto. L’uomo allora spiegò: ‘Quando quella cosa stava accadendo di notte in Africa, qui era mattina. Io avevo programmato di giocare un po’ a golf, ma improvvisamente sentii un tale peso per pregare per te che chiamai altri uomini per pregare con me qui in chiesa. Vogliono coloro che pregarono con me alzarsi in piedi?’ Il missionario non era così interessato a sapere chi esattamente aveva pregato per lui, ma rimase meravigliato nel vedere quanti erano; 26, esattamente il numero degli angeli che lo avevano protetto.

 

Tratto da: Dawn 1999, 19

 

Indice