La fiaba dei tre diavoli ….

raccontata da Davide Di Iorio, (quando era) pastore della Chiesa ADI di Reggio Calabria

BD21318_

 

Il 17 Novembre 2005, durante la sua predicazione dal titolo ‘L’annuncio del ritorno di Cristo’ – presente in video su questo sito http://www.abbiatefedeindio.it/ - Davide Di Iorio, pastore della Chiesa ADI di Reggio Calabria ha raccontato ai santi la fiaba dei tre diavoli, sì proprio una favola. In questo video potete ascoltarla da voi medesimi! Per ascoltare tutta la predicazione andate sul suddetto sito (la fiaba è al 24 minuto e qualche secondo del relativo video)

Ascoltate, fratelli, sappiate che la Scrittura condanna le favole profane e da vecchie, esortandoci a schivarle (cfr. I Timoteo 4:7), in quanto tutto ciò che è menzogna non ha nulla a che fare con la verità. Dice infatti il Signore tramite il profeta Geremia: “Che ha da fare la paglia con il frumento? (Geremia 23:28)

Un ultima cosa: quando dal pulpito di un locale di culto si arrivano a raccontare le fiabe all’assemblea dei santi – quand’anche lo scopo fosse quello di confermare magari un concetto biblico o conforme a verità - vuol dire che la situazione è veramente drammatica in quanto si ricorre alla menzogna, perché le fiabe sono delle menzogne, per confermare la verità; come se la verità avesse bisogno delle menzogne per essere confermata.

Che dire? Dopo avere sentito da un pulpito ADI che l’elemosina non è tra le opere buone preparate da Dio prima della fondazione del mondo per noi affinchè le praticassimo, dopo avere sentito da un altro pulpito ADI che Dio è ‘un matto, cioè proprio un sognatore’, adesso ci tocca sentire pure una fiaba!! Quali altre menzogne dovremo sentire ancora?

E’ ora che voi fratelli che siete nelle ADI alziate anche voi la voce, e cominciate anche a voi a riprovare sia privatamente che pubblicamente queste falsità che si sentono dai vostri pulpiti: non fate finta di niente, non giratevi dall’altra parte, per non essere trovati colpevoli nel cospetto di Dio. Vi attirerete giudizi ingiusti, insulti e offese di ogni genere nel fare questo perché oramai nelle ADI vige la difesa ad oltranza dell’organizzazione, anche a costo di andare contro la Parola di Dio. Ma ne vale la pena, perché vale sempre la pena difendere la verità.

Giacinto Butindaro

 

AGGIORNAMENTO

Dopo la mia segnalazione, Davide Di Iorio, pastore della Chiesa ADI di Reggio Calabria, ha tolto il video della sua predicazione 'L'annuncio del ritorno di Cristo' (del 17-11-2005) dal sito http://www.abbiatefedeindio.it/

Evidentemente, ha compreso (o gli hanno fatto comprendere) che nel raccontare quella fiaba ha fatto un errore! Spero dunque che non racconti più fiabe in futuro!

Vorrei dunque cogliere questa occasione per rispondere pubblicamente a quel pastore ADI che mi ha scritto le seguenti parole subito dopo la mia riprovazione della fiaba dei tre diavoli raccontata da Davide Di Iorio:

CREDO CHE TU DEBBA PROPRIO VERGOGNARTI PER L'ENNESIMA ATTENZIONE DATA AD UN FRATELLO IN CRISTO INVECE DI FARE IL TUO DOVERE CHE NON VUOI FARE, PERDENDO TEMPO. CERTO SEI TU CHE PERDI IL TUO TEMPO PREZIOSO,  TEMPO CHE NON TORNERA MAI PIU , TEMPO CHE AVRESTI DOVUTO SPENDERE PER PREDICARE L'EVANGELO AI PERDUTI. VERGOGNATI COSI NON ONORI DIO IN NESSUN MODO. VERGOGNATI.

Evidentemente chi si doveva vergognare era qualcun altro e lo ha fatto, o lo hanno fatto vergognare, perché ha compreso di avere detto qualcosa di sconveniente, e quindi anche alla luce di ciò non credo proprio di aver perso del tempo prezioso, anzi penso proprio di averlo speso bene. Ne ero convinto prima, e continuo ad esserlo anche adesso. La sapienza è giustificata dalle sue opere, mentre la follia ha la bocca chiusa. Gloria a Dio in eterno!

 

 

 

 

 

 

Indietro