‘Chi ha dato ha dato; chi ha avuto ha avuto!’

La maniera scandalosa in cui il predicatore Luca Adamo esorta a dare offerte

BD21318_

 

Luca Adamo, predicatore pentecostale itinerante, in una predicazione dal titolo ‘Spendersi per Dio’ tenuta negli studi televisivi della TBNE, tra le cose che ha detto – per invogliare e incitare i telespettatori a mandare offerte alla TBNE - interpretando a suo piacimento l’unzione del corpo ricevuta da Gesù (per mano di una donna) in vista della sua sepoltura, come è descritta in Marco 14:3-9, ha detto pure queste:

‘Nell’Evangelo di San Marco c’è questa situazione, questa donna, che ci dice la Scrittura, ha dato tutto il meglio che aveva su Gesù. L’hanno criticata. Gli hanno detto: ‘Ma tu stai sprecando il tuo olio!’ E’ vero? E’ quello che gli hanno detto, sta scritto qua. E vero? Poi Gesù addirittura cosa gli ha detto? Dice: ‘Lasciala fare, perché lei ha unto il mio corpo in anticipo!’ Ascoltami bene, io ho pensato su questa roba qua, c’è una donna che ha dato il meglio a Gesù, ha unto in anticipo il Signore. Cosa significa? Significa che a quei tempi l’olio si usava solo per i morti, si ungeva  il corpo dei morti, e queste donne hanno detto: ‘Oh, ma io darò l’olio migliore a Gesù solo quando sarà morto, oh io servirò il Signore quando andrò in pensione, oh io farò l’offerta quando avrò la liquidazione, io farò l’offerta quando mi daranno lo stipendio!’ Beh, queste donne hanno detto: ‘Oh, tu sbagli a dare tutto il tuo olio oggi su Gesù, quando sarà morto verseremo l’olio sul tuo corpo!’ Beh, ma la sai una cosa? Queste donne sono state sfortunate perché sono incappate nel primo morto che è risuscitato con tutto il corpo, e non hanno avuto più la possibilità di versare l’olio su Gesù. E l’unica donna che l’ha fatto è stata quella che lo ha fatto prima! Ora io non so se tu stai facendo la tua offerta, e stai aspettando il tuo stipendio, io non lo so. Però può darsi che tu non hai la possibilità domani di fare la tua offerta,  o può darsi che ce l’hai o no, ma  può darsi che non ce l’hai. Queste donne hanno detto: ‘E’ uno spreco dare l’olio adesso!’ Io dico che se tu vuoi fare qualcosa adesso, devi farla ora. E’ così Chuck! E’ così Chuck!  Perché io dico quello tu fai, lo fai ora, è buono servire Dio con la pensione, ma può darsi che non arrivi alla pensione, o può darsi che Gesù tornerà prima e ci rapirà prima, e chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto! Stasera è un buon momento per fare la tua semina. Oh, certo il denaro è il tuo e non devo dirti io come lo devi usare ……. Questa donna ha unto Gesù in anticipo, e le altre non lo hanno potuto più ungere. Può darsi che tu domani, dopo domani possa fare la tua offerta, it’s okay, però non siamo padroni del domani, non siamo padroni neanche dei prossimi cinque minuti, se guardi bene. E allora io dico: ‘Ungi in anticipo il Signore stasera!’ Io non lo so il tuo budget, a mala pena conosco il mio, sono un missionario, non parlare a me di budget, lo so come è la situazione economica, ma io ti dico: ‘Se hai qualcosa da mettere su Gesù, se hai un po’ d’olio, santo cielo, usalo e mettilo su Cristo …. Io dico che se tu hai un po’ d’olio  dallo al Signore e fallo stasera, e se tu stai ricevendo benedizioni da questa tv, beh, glory, glory, ungila, e fallo in anticipo, fallo stasera. Comprendi cosa sto dicendo? … la casa, e la Bibbia qualcuno più importante di me disse questo, fu ripiena del profumo dell’olio, significa che se tu versi il tuo olio sul Signore, se tu versi – stiamo parlando di una semina in una tv – se tu versi il tuo olio, la tua semina, sul Signore, il regalo che ricevi è che inizi a profumare. Glory to God. Se ci fosse un applauso lo metterei qua in sottofondo. Ce lo abbiamo un applauso? (Partono gli applausi registrati). Wau! I love you. Posso? Devo essere sicuro che mi capiscono! Ascoltami bene. Hai presente a volte quando le persone vengono vicine e ti dicono: ‘… Ma io. Chi sei tu? Mi sento in colpa, ho bisogno di Gesù!’ Senza che tu testimoni. Lo sai perché a volte tu attiri le persone a Cristo senza bisogno di testimoniare? E’ il profumo di Gesù. A volte mille parole non portano nessuno a Cristo, ma solo la tua presenza – glory – è il profumo di Dio. Prova a entrare qua dentro? Non ci sono deodoranti …, c’è il profumo di un donatore! La Scrittura dice che se tu prendi il tuo olio – io non so qual’è il tuo olio, santo cielo, conosco il mio, ma forse tu ce lo hai un olio da dare a Gesù, coraggio, se tu lo dai a Gesù, e non te lo tieni nel cassetto, inizi a profumare, glory, non è eccezionale?!! ….

 

Queste parole sono solo una parte di tutta la predica, ma rendono bene l’idea di che tipo di predica è stata. Una predica che ha messo in mostra tanta follia, tanta ignoranza della Scrittura, mancanza di fede in Dio, varie falsità, e altre cose riprovevoli. Devo confessare che questa predica è stata una delle più scandalose e nauseabonde che abbia mai sentito da un predicatore pentecostale da quando sono convertito, e naturalmente prediche del genere alla TBNE sono le benvenute, perché non possono che fare bene a loro che stanno a chiedere denaro in continuazione. Ma queste prediche fanno un male enorme alla via della verità, perché contribuiscono a far diffamare la via della verità.

Colgo l’occasione per ricordarvi fratelli che lo Spirito di Dio, che è santo, non spinge a parlare in questa maniera. Lo spirito che spinge a parlare così è un altro spirito: è lo stesso spirito che abbiamo sentito parlare tante e tante volte ormai tramite coloro che servono il loro ventre e non il nostro Signore Gesù Cristo. Ma ve li immaginate gli apostoli tenere simili prediche o fare simili ragionamenti? Io non riesco neppure ad immaginare una cosa del genere, perché? Perché essi erano uomini santi, giusti, che si studiavano di avere una buona coscienza nel cospetto di Dio e degli uomini; erano degli uomini che servivano Cristo Gesù. Ma chi parla nella maniera in cui abbiamo visto non serve affatto il nostro Signore.

Potrei scrivere molto di più, ma mi fermo qua. Sono sicuro infatti che coloro che hanno orecchi per udire, hanno inteso.

Termino con le parole dell’apostolo Paolo ai santi di Roma: “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18). 

La grazia del Signore sia con coloro che lo amano con purità incorrotta

 

Giacinto Butindaro

 

 

 

 

 

Indietro